L’Arca green del cinema arriva oggi alla Mostra di Venezia con il #GreenDropAward

Il trofeo del Green Drop Award di Green Cross Italia (XI edizione) dedicato al film più verde in concorso alla Mostra del cinema contiene quest’anno la terra del Monte Ararat come come simbolo di speranza e di rinascita. Previsto un riconoscimento speciale per “Siccità” di Paolo Virzì, presentato fuori concorso alla Mostra

L’edizione 2022 del Green Drop Award sarà presentata oggi, 5 settembre, al Lido di Venezia alle 19.00 presso lo spazio della Sardegna Film Commission all’Isola di Edipo, Riva di Corinto, Via Falier Vitale. Green Cross, l’organizzazione fondata nel 1993 dal premio Nobel Mikhail Gorbaciov e introdotta in Italia da un altro Nobel, la professoressa Rita Levi Montalcini, assegna il premio al film, tra quelli in gara nella selezione ufficiale della Mostra Internazionale d’Arte cinematografica di Venezia, che interpreta meglio i valori dell’ecologia, dello sviluppo sostenibile e della cooperazione fra i popoli.

Venezia ha giocato nei secoli un ruolo cruciale nel progresso della civiltà umana. Oggi, in un periodo in cui il mondo è a un punto di svolta del suo sviluppo, Venezia continua a tracciare un percorso verso il futuro. La creazione di questo premio, che la Biennale di Venezia ha accettato di accogliere, aiuterà registi, sceneggiatori e attori a diventare ambasciatori di un messaggio di ottimismo per il futuro di tutta l’Umanità” erano state le parole di Mikhail Gorbaciov nel lanciare il premio.

“Il Green Drop Award non è un premio ai meriti artistici, questo lo fa benissimo e da sempre la Biennale; noi vogliamo invece segnalare al pubblico, alla stampa, agli insegnanti nelle scuole e ai giovani e alle giovani tutte quelle opere che aiutano a riflettere e ad aumentare la nostra consapevolezza per uscire dalla crisi ecologica” ha spiegato Elio Pacilio, presidente di Green Cross Italia. “Anche per questo il 9 settembre, insieme al Green Drop Award 2022, assegneremo un riconoscimento speciale al film fuori concorso “Siccità” di Paolo Virzì che si è assunto la grande responsabilità di esporre un tema così devastante e di incredibile attualità, e per l’impegno della produzione, la Wildside, che anche in questo film ha voluto essere meticolosamente rispettosa dell’ambiente e degli impatti della lavorazione sul clima”.

Il Green Drop Award, ovvero il trofeo di vetro di Murano a forma di goccia soffiato dal maestro vetraio Simone Cenedese, quest’anno contiene la terra del Monte Ararat, come simbolo di speranza e di rinascita dopo un periodo, che vogliamo sperare stia terminando, di forte sofferenza. L’Ararat, il più alto monte della Turchia orientale (5.137 metri), è di fatto un vulcano coperto dai ghiacci ed è il luogo leggendario dove, secondo la tradizione, si sarebbe incagliata l’arca di Noè alla fine del diluvio universale. Per tale ragione questa montagna è un territorio denso di significati simbolici per molte culture e religioni.

Nel corso dell’iniziativa sarà presentata la Galleria di illustrazioni “L’Arca del cinema” curata dal Centro internazionale del fumetto di Cagliari. Per l’occasione, infatti, alcuni importanti autori di fumetto hanno realizzato in esclusiva delle illustrazioni che coniugano il mito del cinema con l’episodio biblico del diluvio universale: Noè che raggiunge il monte Ararat e la salvezza della vita sulla Terra è garantita. Nell’originale galleria di immagini, l’arca salva i grandi protagonisti dello schermo, trasporta pellicole, proiettori e macchine da presa, oppure assume le sembianze dell’astronave Enterprise, diventa la Nave di Fellini, si arena nella Monument Valley, davanti a uno stupito John Ford, o ancora, l’Ararat diventa la destinazione della… Compagnia dell’Anello.

L’iniziativa, realizzata in collaborazione col Centro Internazionale del Fumetto di Cagliari, ha visto partecipare un gruppo di noti autori, coordinati da Bepi Vigna (sceneggiatore di Nathan Never). Ci sono Romeo Toffanetti, Max Bertolini, Francesco e Dante Bastianoni, della Sergio Bonelli Editore; l’autore di graphic novel Otto Gabos; la disegnatrice tunisina Ghién Bem Mamhoud; la raffinata illustratrice Stefania Costa; il disegnatore Gabriele Salimbeni e i giovani fumettisti Simone Barretta e Davide Deidda.

Gli appuntamenti della Green Week 2022 proseguiranno con:
Martedì 6 settembre, alle ore 12, presso le Giornate degli autori – Sala Laguna, saranno presentati i finalisti del concorso “Screen in green”, promosso dal Ministero della Transizione Ecologica in collaborazione con Fondazione Sardegna Film Commission, Premio Solinas e Green Cross Italia.
Mercoledì 7 settembre alle ore 14, presso il Venice Production Bridge all’Hotel Excelsior, si svolgerà la tavola rotonda “Sustainable screens 2022”, organizzata da Green Cross in collaborazione con il Mite, Fondazione Sardegna Film Commission e Premio Solinas.
Venerdì 9 settembre alle ore 10, infine, all’Italian Pavilion, sarà annunciato il film vincitore del Green Drop Award 2022 e sarà consegnata la Goccia “speciale”, in collaborazione con ENEA – Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile, a “Siccità” di Paolo Virzì.

di Redazione

5 settembre 2022

Scelte sostenibili

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...