Mai buttare i fondi del caffè!

Fondi di caffè come concime, per la cura delle piante acidofile, per la cura della casa, per la cura dei capelli, per contrastare la cellulite e tanti altri usi.

Secondo recenti statistiche, analizzando le abitudini di un largo campione di persone, è emerso che nel nostro Paese si consumano ogni anno più di 6 kg di caffè pro capite. Dopo aver preso un buon caffè restano i fondi, che altro non sono che…caffè macinato, polvere di caffè bagnata, fondi che finiscono generalmente nella spazzatura. Un vero spreco, perché sono un vero e proprio concentrato di proprietà benefiche. Vietato cestinarli: possono essere riciclati in decine di maniere diverse dalla cucina, al giardinaggio, alla cura del corpo, Sono utilissimi anche per le più semplici azioni quotidiane, quelle che nemmeno sospettiamo. Sostituiscono anche prodotti chimici, ed i loro relativi contenitori che una volta terminati devono essere smaltiti. E’ davvero una catena di salvaguardia dell’ambiente (un paio di anni fa, l’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova ha realizzato una spugna per assorbire i metalli pesanti dall’acqua, partendo da scarti di caffè e silicone), oltre che del portafogli e della bellezza.
Ecco come poter dar loro una seconda vita, tenendo conto che il riuso non riguarda solo il macinato della moka, ma anche quello presente nelle cialde e capsule per le macchine caffè che prevedono l’utilizzo di monodose.

Riciclare i fondi di caffè in casa
Per eliminare gli odori del frigorifero – I fondi di caffè si rivelano validi alleati in cucina per eliminare i cattivi odori in frigo: basta mettere una ciotolina con dei fondi di caffè dentro il frigo e lasciare agire per almeno un giorno. Un’unica accortezza: sostituirli spesso per evitare la formazione di muffa.E lo stesso vale per gli armadi e le scarpiere: un po’ di fondi in un sacchettino anche quello dei confetti, e via ogni cattivo odore.
Per allontanare le formiche in modo naturale – Per combattere l’assalto delle formiche basta mettere nelle ciotoline i fondi di caffè, mescolarli con dell’aceto e poi posizionarli negli angoli della casa.
Per eliminare le macchie – Utili per eliminare le macchie ostinate sui fornelli! In questo contesto dovreste mescolare qualche goccia del normale detersivo con i fondi di caffè e trattare la zona macchiata.
Per eliminare l’odore di aglio e cipolla – Possono essere impiegati sulle mani per eliminare gli odori di cipolla e aglio, basta mescolare la polvere di caffè con della polvere di sapone di Marsiglia. In realtà funziona bene anche da solo, provare per credere.
Per pulire le incrostazioni del camino – Possono essere impiegati per pulire il focolare dalla cenere bruciata, eliminando, eventualmente anche i cattivi odori.
Posa di caffè per accendere il fuoco – i fondi di caffè sono un combustibile perfetto e naturale. Basta arrotolarne un po’ dentro della carta di giornale ed usarli tipo lunghi fiammiferi: si otterrà anche un focolare profumato.
Per pulire gli scarichi – Che siano quelli del wc o del lavandino, i fondi del caffè diluiti in acqua aiutano a pulire e profumare gli scarichi.
Per rimuovere lo sporco ostinato – Bagnarli e strofinarli sulle superfici da pulire, con l’aiuto di una spugna: uniti a un po’ di detersivo per piatti, sono utili per scrostare pentole e padelle.

Tingere i tessuti con i fondi di caffè
Con i fondi di caffè si possono tingere le stoffe in modo naturale, dando un tocco vintage al vostro guardaroba. Per farlo è necessario conoscere il peso dell’indumento da colorare: il rapporto è di 60/80 g di fondi di caffè ogni 100 g di tessuto. Occorre anche del sale grosso, per fissare il colore. Ecco il procedimento da seguire:

  1. mettete a bollire dell’acqua in una pentola grande, aggiungendo 1 cucchiaio di sale grosso per ogni litro e i fondi del caffè. Dopo un’ora spegnete il fornello e lasciate raffreddare;
  2. lavate bene il tessuto;
  3. filtrate la soluzione ottenuta con i fondi di caffè, mettetela nuovamente nella pentola insieme al capo da tingere. Fate bollire su fiamma bassa per un paio d’ore;
  4. spegnete e lasciate in acqua a raffreddare. Sciacquate il tessuto fino a quando non perde più colore e mettetelo ad asciugare al riparo dal sole. D’ora in avanti, questo capo andrà lavato in acqua fredda.

Come usare i fondi di caffè in giardino
Fondi di caffè come concime – Contengono potassio, fosforo, rame e magnesio, pertanto sono perfetti concimi naturali, sia usati da soli che insieme al normale concime. Per prepararlo, basta riempire un paio di tazze e lasciarle in infusione con dell’acqua: la miscela che si ottiene può essere così utilizzata per innaffiare il terriccio. In alternativa, si possono aggiungere i fondi del caffè una volta freddi nel terriccio, sia in vaso che direttamente a terra. Anche al momento del rinvaso, aggiungere qualche fondo di caffè al terriccio universale.

Quali piante si possono concimare coi fondi del caffè? – I fondi del caffè possono essere utilizzati per concimare azalee, camelie, ortensie, mimose, magnolie, betulle, calle, gigli, acero, basilico, zucchine, melanzane e, in generale, tutte quelle piante che necessitano di un terreno acido o leggermente acido.
Quali piante non concimare con i fondi del caffè? – In generale, i fondi del caffè non sono adatti per terreni già acidi né per piante che non amano questa tipologia di terreno, come pomodori, broccoli, girasoli e ravanelli.
Foderare i vasi con i fondi di caffè – Adagiandoli sul fondo in modo da evitare che il terreno scoli dal fondo del vaso quando si annaffiano le pianta. Essendo permeabili, poi, permetteranno il drenaggio dell’acqua.

Fondi di caffè per la cura del corpo
Per il viso – Mescolati allo yogurt bianco e ad un cucchiaino di miele: massaggiare dolcemente fronte, guance, e la famosa “zona T”, poi lasciare in posa per una pelle morbida e luminosa.
Per i capelli – Chiamati anche posa del caffè, sono un toccasana anche per i capelli: unire un po’ di questa polvere a dell’olio di cocco, mescolare a formare una crema e quindi bagnare i capelli, tamponali leggermente e poi distribuire il composto su tutta la lunghezza, insistendo sulle punte. Capelli spenti e sfibrati torneranno splendenti e forti.
Fondi di caffè anti-cellulite – La caffeina stimola il micro circolo ed aiuta quindi, abbinata ad un buon esercizio fisico e ad una dieta equilibrata, ad eliminare gli inestetismi della pelle a buccia d’arancia. Creare un composto con olio (di mandorle, oliva o cocco), fondi di caffè e volendo anche argilla. Massaggiare su cosce, glutei addome per almeno 10 minuti, con movimenti circolari verso l’alto, e lasciare in posa qualche altro minuto.
Scrub con i fondi di caffè – Mescolati con zucchero di canna e olio per massaggi sono infine gli ingredienti con i quali psi può preparare un ottimo scrub per il corpo. Mescolare in una ciotola un fondo di caffè, un cucchiaino di zucchero e due cucchiai di olio; il composto deve riposare per circa un quarto d’ora prima, poi è pronto per l’uso. Massaggiare il preparato sulla pelle asciutta.

Come conservare i fondi del caffè?
I fondi del caffè devono essere essiccati per bene per evitare che si creino muffe. Per conservarli, basta inserirli una volta asciutti in un barattolo di vetro o in un contenitore di plastica.

Come asciugare i fondi di caffè?
Per asciugare i fondi di caffè, spargeteli su un foglio di carta forno o una teglia e metteteli in forno per circa mezz’ora, a 50 gradi.

Dulcis in fundo: si può fare anche un dolce con fondi di caffe e cioccolato. Ma questa è l’oggetto di un’altro articolo…. Intanto Buon caffè!

di APS Litorale Nord

21 aprile 2022

Stop allo spreco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...